martedì, ottobre 03, 2006

Qualche dato su Emerson.

In queste prime uscite della stagione ho sostenuto fino alla noia quanto Emerson sia un giocatore superfluo in questo Real Madrid. Non solo, ma mi sono azzardato anche a discuterne le qualità, dato che mi sembra molto in declino.
La mia idea è che la sua presenza peggiori notevolmente il gioco del Real Madrid. Attualmente fa coppia con Diarra, e il giocatore del Mali dei due è quello che gioca più avanzato, con straordinario dinamismo e forza fisica, ma senza tanta qualità. Il buonsenso suggerirebbe di schierare Diarra nel ruolo in cui ha avuto tanto successo nel Lione, cioè davanti alla difesa, e di lasciar portare avanti l'azione a giocatori di maggior qualità come Guti, attualmente trequartista, ma Capello insiste nel ritenere inamovibile Emerson.
E' giusto avere un'idea chiara su quella che dev'essere l'ossatura di base della squadra, e non è da escludere che, a lungo termine, i fatti potranno dare ragione a Capello, però le prestazioni di Emerson nelle prime giornate son state deludentissime. Questa è una mia opinione, però stamattina sul sito del quotidiano spagnolo As ho trovato un articolo interessante (del quale vi lascio il link alla fine del post) che fornisce dati statitistici abbastanza eloquenti.

Nell'ultimo derby con l'Atlético Emerson, che sottolineo è un centrocampista, ha toccato il pallone la miseria di 19 volte, con un bilancio di 14 passaggi riusciti e 5 sbagliati. Confrontando il suo score con quello degli altri centrocampisti, notiamo che Diarra lo ha toccato 59 volte (44 passaggi riusciti, 14 sbagliati), mentre nell' Atlético Luccin è intervenuto anche lui 59 volte (55 pass. riusc., 4 sb.) e Maniche 49 (46 p.r., 3 p.s.).
Passando al bilancio globale di quest'inizio di Liga Emerson ha toccato in tutto il pallone 211 volte, e il confronto con gli altri è impietoso: Diarra a quota 359, Viqueira del Recreativo (che però non è un interdittore) 320, il grande Oubiña del Celta 273, Zapater del Zaragoza 247, Diego Rivas (suo omologo in una squadra nettamente più debole come la Real Sociedad) 232 e Marcos Senna (che ha giocato di meno) 214.

Si potrà obiettare che il suo compito principale è rubare palla (anche se un buon giocatore davanti alla difesa, pure di stampo difensivo, dovrà pure entrare in contatto col pallone un po' di volte), ma anche qui il bilancio è negativo. Partendo dalla considerazione che Diarra ha rubato lo stesso numero di palloni del brasiliano, cioè 30 (non c'è niente da fare, Diarra sa fare tutto, e meglio di Emerson, su questo non credo ci siano dubbi), in base a una media di palloni rubati al minuto, risulta che Emerson recupera un pallone ogni 14,73 minuti, nettamente dietro rispetto al centrocampista del Nàstic Abel Buades (uno ogni 11,44 minuti), allo stesso Diego Rivas (uno ogni 11,85), a Albelda (of course, uno ogni 12,73), al solito Oubiña (uno ogni 12,86), e a Javi Martinez dell'Athletic (uno ogni 13,64).

Il fatto che tocchi pochi palloni potrebbe anche essere spiegato dai molti lanci lunghi con cui il Real Madrid salta il centrocampo, anche se andrebbe pure spiegato perchè il suo collega Diarra ne giochi molti di più.
Comunque, Emerson finora non ha convinto e lo stesso pubblico del Bernabeu si mantiene calmo (mormorando quando lo vede arrancare palla al piede e liberarsi del pallone dopo qualche ora), ma alla prima occasione è pronto a esplodere.
Intanto, già contro la Real Sociedad, nel momento in cui Capello lo ha sostituito col povero Robinho, si è prodotto in un' ovazione, evidentemente da non interpretare come una celebrazione del "Puma".

http://www.as.com/articulo/futbol/Emerson/toco/solo/diecinueve/balones/dasftb/20061003dasdaiftb_6/Tes/

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home