mercoledì, maggio 23, 2012

SPECIALE FINALE COPA DEL REY

In occasione della finale di Copa del Rey, e per celebrare anche l'ultima di Guardiola sulla panchina del Barça, pubblico uno speciale che intende analizzare il modello di gioco comune alle due squadre e le affinità e le differenze all'interno di questo modello.
La prima parte analizza le basi teoriche del gioco praticato dal Barça in questi ultimi anni (e ancora prima di Guardiola); la seconda parte prende spunto dalla prima per vedere in cosa l'Athletic di Bielsa si discosti; la terza ripercorre i precedenti fra le due in questa Liga appena concluso per poter anticipare i possibili scenari di venerdì.

Athletic-Barça, così uguali così diversi

Prima parte: il "juego de posición"
Seconda parte: la differenza dell'Athletic.
Ultima parte: Precedenti e possibili scenari.

Ho cercato di accompagnare alle mie pallosissime elucubrazioni teoriche la concretezza dei numeri, e devo perciò ringraziare per la collaborazione "Opta", azienda leader specializzata nella raccolta ed analisi dei dati sportivi, che potete trovare a questi link:



Etichette: , , ,

24 Comments:

Blogger Francesco said...

Vale, sei pazzo! Tre pagine di preparazione per una partita che è finita dopo 10 minuti! L'athletic è ancora molto giovane...

4:40 PM  
Blogger Flavio said...

Diciamo anche che, oltre alla differenza abissale da un punto di vista tecnico, il gioco di Bielsa è davvero distruttivo: l'Athletic, nonostante un'età media molto bassa, è arrivato al mese di Maggio in condizioni psico-fisiche davvero pessime. Le tre pagine di preparazione sono però un cult, perchè analizzano alla perfezione le tattiche e gli aspetti connessi di due scuole di pensiero calcistico tra le più interessanti dell'intero panorama calcistico europeo.

Ho però un dubbio che mi assilla: visto il potenziale e la netta superiorità blaugrana in questo quadriennio, ad esclusione forse dell'ultimo anno dove gli infortuni di Pedro e Villa sono stati a mio modo di vedere decisivo più che altro per le ripercussioni che hanno avuto sul piano tattico, possiamo dire che i 14 titoli su 19 del Barça sono tanti o pochi? Il fatto che nel 2010 e quest'anno abbiano vinto due squadre "improvvisate" come Inter e Chelsea lascia o meno l'amaro in bocca per la "follia" Ibra e per la rinuncia al classico tridente in questa stagione (un altro attaccante andava comunque preso a Gennaio, dato il lungo stop di Villa e viste anche le pessime condizioni di Pedro)?

Voi direte che è stato comunque fatto tantissimo in questi quattro anni, e non posso che essere d'accordo e dire grazie a Guardiola; però rimango col dubbio che si poteva fare ancora di più, anche perchè dubito seriamente che in futuro vedremo un'altro mix di due generazione di talenti che si sono incontrati in questi anni, come quelli dei vari Puyol, Xavi, Villa, Iniesta da un lato, e Piquè, Messi, Pedro, Fabregas dall'altro.

2:00 PM  
Blogger Flavio said...

Non può essere infatti casuale il fatto che il Barça abbia vinto la CL nel 2008-2009 col tridente Messi-Eto'o-Henry, e l'anno scorso con Pedro-Messi-Villa; nel 2009-2010 c'è stato l'esperimento Ibra e il passaggio dal 4-3-3 al 4-2-3-1. Quest'anno abbiamo invece assistito all'inserimento di Fabregas per aumentare il possesso palla a discapito però della profondità sulle fasce e soprattutto della concretezza in attacco (in pratica segnava solo Messi).

Come dire: il 4-3-3 classico è stato il modulo che meglio ha saputo interpretare, come qualità di gioco e risultati ottenuti, le caratteristiche tecnico-tattiche dei giocatori del Barcellona.
Scusate la banalità dell'analisi ma i numeri dicono questo.

2:43 PM  
Anonymous Anonimo said...

Grazie a Valentino che aldilà della partita ci ha regalato un pezzo che rimarrà come traccia per chi vorrà documentarsi sulle filosofie di Bielsa e Guardiola.
Un sentito grazie personale inoltre per aver saputo interpretare ed usare i dati Opta per l'analisi, e per la gentilezza dimostrata in questa collaborazione.

Sui commenti precedenti, pur nella velocità e semplificazione dell'analisi, sono abbastanza d'accordo con Flavio.
Il Barca ha vinto tanto (tantissimo per il calcio frenetico di oggi) ma forse poteva vincere di più (sarebbe "bastata" un'altra Champions consecutiva, in maniera tale da diventare i primi ad aver vinto 2 Champions League di fila e ciò avrebbe aiutato ad "agganciare" più facilmente questa squadra alla leggenda e alla storia).

Penso che la mancanza di Villa sia stata veramente determinante (così come potrebbe esserlo per la Spagna...), la profondità e la concretezza sotto rete dell'asturiano sono troppo importanti per questo Barcellona.
Caratteristiche queste, simili a quelle di Eto e infatti, aldilà dei moduli, gli anni in cui non si è vinto la Champions sono stati quelli dove non c'era uno fra Eto e Villa (2010 Ibra, 2012 Villa infortunato).

Per i blogger che passano di qui e sono interessati ad una collaborazione stile quella appena fatta con Valentino, con l'uso dei dati Opta potete contattarmi lasciando la vostra email (Vale posso usare i commenti di questo post come interscambio email ? :) ).

Per tutti gli altri siete comunque invitati in questa pagina facebook dove troverete analisi tattiche e video dei campioni del passato :
https://www.facebook.com/pages/Un-Sogno-chiamato-Futbolandia/317478312105

Ciao
Santeria

3:52 PM  
Blogger Vojvoda said...

Di Del Bosque con Negredo e Pedro in e SOLDADO ed ADRIAN fuori non diciamo nulla. Io sono letteralmente sconvolto, non so se passerò 'a nuttat!
Scusate in anticipo per la divagazione dal tema.

5:32 PM  
Anonymous Hincha Madridista said...

@ Flavio: concordo... Del resto se nel calcio esistono gli attaccanti a qualcosa dovranno ben servire.
@ Valentino: presentazione del match monumentale, giù il cappello.
@ Vojvoda: Adrian mi sembrava molto in forma con l'Atletico nel finale di stagione mentre Pedro ha sofferto un lungo stop, questa me la spiego poco. Negredo e Soldado hanno caratteristiche diverse forse Del Bosque voleva una riserva che gli permettesse di giocare anche con la palla lunga.

3:20 PM  
Anonymous http://todofutbolitaliano.wordpress.com/ said...

Ciao, ho creato un blog http://todofutbolitaliano.wordpress.com/ che parla di calcio italiano, mi piacerebbe essere inserito tra i link, ovviamente ricambierei il favore. Complimenti per il sito! :)

5:11 PM  
Anonymous Hincha Madridista said...

Vamos Espana!!!!

11:18 PM  
Blogger valentino tola said...

Que sì hombre, que sì! :-)

11:50 PM  
Anonymous Hincha Madridista said...

E' sperabile un tuo speciale sulla Supercoppa?

11:53 AM  
Blogger valentino tola said...

No, mi spiace. Adesso ho molto poco tempo, e se pubblicherò qualcosa nei prossimi giorni non credo sarà sulla Supercoppa.

12:47 PM  
Blogger Tino Crisafulli said...

Ciao a tutti. Seguo sempre il blog ma questa è la prima volta che scrivo. Valentino sei un mito, le tue analisi sono fantastiche.
Spero che qualcuno possa aiutarmi.
Conoscete per caso la formazione tipo del Barcelona B di Pep Guardiola nel corso delle stagioni 2007-08 e 2008-09? Modulo 3-4-3?

9:10 PM  
Blogger Tino Crisafulli said...

*Pardon, correggo il tiro. Ovviamente la domanda si riferisce alle annate 2006-07 e 2007-08 dato che nell'anno 2008-09 Guardiola era sulla panchina della prima squadra.

11:16 PM  
Blogger valentino tola said...

Grazie mille Tino, benvenuto!
La formazione-tipo di Guardiola nel Barça Atlètic 2007-2008 (lo allenò solo una stagione) era questa, schierata con un 4-3-3:
Oier; Corcoles, Chico, Marc valiente, Espasandìn; Dimas, Xavi Torres, Abraham; Pedro, Emilio Guerra, Victor Vazquez.

12:06 AM  
Anonymous Hincha Madridista said...

@ Valentino: però a distanza di 4 anni tranne Pedro che fine hanno fatto tutti gli altri canterani allenati da Pep?
Una domanda tecnica: credi che Modric sia il giocatore giusto per questo Madrid? Alcuni obbiettano che spendere 30 milioni per un panchinaro sia troppo...

12:30 PM  
Blogger Tino Crisafulli said...

Grazie mille Valentino. Per cui il solo Pedro era titolare in quel Barça B. Un ultimo quesito: Busquets e Bojan erano già in prima squadra?

12:37 PM  
Blogger valentino tola said...

Gli unici che stanno facendo un po' di carriera sono Chico, che è finito in premier, Xavi Torres al Getafe dopo un'ottima stagione al Levante lo scorso anno, e Marc Valiente che ha trovato la Primera (che merita) col Valladolid.

Panchinaro Modric???
E' il miglior giocatore che potesse acquistare il Madrid. Non solo è un potenziale fuoriclasse, ma è proprio il tipo di giocatore che serviva al Madrid...un socio per Xabi Alonso, capace di tenere palla e controllare i ritmi. Il Madrid ha come punto di forza una capacità di verticalizzare senza uguali, e questa deve rimanere la sua principale prerogativa, però a volte verticalizzare eccessivamente lo porta a separare i reparti, e quando non riesce a controllare un po' i ritmi può faticare a tenere a centrocampo contro squadre che fanno possesso-palla, vedi la semifinale col Bayern l'anno scorso.
Modric è un'arma potenzialmente formidabile, e può attenuare la dipendenza da Xabi Alonso.

12:45 PM  
Blogger valentino tola said...

@ Tino
Come formazione-tipo ho preso un grafico del Mundo Deportivo, tengo a precisare che non ho visto nessuna partita di quel Barça B. Busquets era in quella squadra, probabilmente uno dei primi ricambi. Bojan invece era già in prima squadra...anzi andò già in doppia cifra in campionato!

12:48 PM  
Blogger Tino Crisafulli said...

Grande Valentino.
A proposito visto che siamo in argomento, se non disturbo troppo mi piacerebbe conoscere le formazioni del Barcelona B di Luis Enrique nelle stagioni 2008-09, 2009-10 e 2010-11.
Se non sbaglio Guardiola ottenne la promozione in Secunda B, mentre Luis Enrique si qualificò il primo anno al 5° posto, il secondo anno al 2° posto ottenendo la promozione in Secunda, mentre il 3° anno si piazzò al 3° posto che avrebbe significato promozione in Liga (ovviamente non ottenuta per la presenza della prima squadra nella medesima serie).
E' corretto dire che la formazione del Barcelona B 2008-09 fosse:
433 = portiere ??? - Córcoles, Botía, Fontàs, Joni – Longás, Xavi Torres (Vìctor Sànchez), Thiago (Abraham) – Jeffren (Nolito), Benja (Maric), Pedro (Rayo, Gai Assulin)?

Mentre quella del 2010-11 dovrebbe essere, correggimi se sbaglio:
433 = portiere ??? - Montoya, Bartra, Muniesa (Fontàs), Abraham - J.Dos Santos, Romeu (Carmona?), S.Roberto (Thiago) - Tello (Edu Oriol), J.Soriano, Nolito ?

Non ho alcuna fonte invece per quanto riguarda la stagione 2009-10.
Spero che tu possa aiutarmi.
Ti ringrazio in anticipo per l'attenzione che mi hai prestato e mi scuso se sono stato lungo, ma tu sei la persona più competente di calcio spagnolo che conosca e non sapevo a chi rivolgermi :).
P.s. Ho molto apprezzato il tuo articolo sul Cartagena quando militava in Secunda. Per caso quel Longàs è lo stesso che ha giocato nel 2008-09 con L.Enrique al Barcelona B?

2:47 PM  
Anonymous Hincha Madridista said...

@ Valentino: conosco il valore di Modric però credo che nelle gerarchie di Mou sia dietro a Xabi e Khedira, la mia paura è che si perda come Sahin...
Intanto stasera incameriamo la Supercoppa... Grande gol di CR7!

12:43 AM  
Blogger Ale_Raptors said...

Amare le finali l'anno scorso per l'Athletic. Vale ti volevo chiedere se ti andava di unire questo blog al mio forum dedicato al calcio spagnolo per discutere al meglio sui vari argomenti

2:12 PM  
Anonymous Anonimo said...

Vale fra l'altro una delle (tantissime) qualità di Modric è proprio la velocità nella verticalizzazione o nel ribaltare l'azione offensiva appena recuperata palla con lanci (splendidi) di 30-40 metri....
Dunque anche questa caratteristica del Real, non si perderebbe, anzi verrebbe amplificata.

Per le gerarchie, premettendo che Modric non può fare il panchinaro di nessuno, bisogna uscire secondo me dalla logica dei titolarissimi ma entrare sempre di più nella logica di un turnover scientifico.
Se io ho 2 posti a centrocampo e 3 grandissimi giocatori (lo stesso Khedira è un grande giocatore, a volte sottovalutato) bene io ho a disposizione mettiamo 50/60 partite all'anno per due posti fanno : 100-120 partite diviso 3 fanno 35/40 partite a testa.
Dunque tutti titolari, poi a seconda dello stato di forma e dell'avversario sceglierò il più adatto in determinate sfide..., no ?


Ciao
Santeria

3:38 PM  
Anonymous Hincha Madridista said...

@ Santeria: sul piano teorico il tuo discorso è perfetto ma poi in pratica finisce che giocano sempre gli stessi: vuoi perchè il tecnico magari vede più in giocatore che un altro vuoi per altri motivi, alla fine c'è chi si fa 40 partite e chi 20. Già abbiamo CR78 che si mette a frignare speriamo che non si litighino pure i centrocampisti.

12:21 AM  
Anonymous Iriney1986 said...

Ciao Vale... come valuti la rosa del Celta per il ritorno nella Liga? a mio avviso c'è materiale sufficiente per una metà classifica tranquilla... a mio avviso molto positivi gli innesti di Cabral, Augusto Fernandez e Javi Varas... da valutare gli altri 3 acquisti...

12:28 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home