lunedì, agosto 13, 2007

Meglio tardi che mai: dopo Drenthe, ecco Sneijder.


Finalmente comincia a prendere forma il nuovo Real Madrid, ora che dopo l' arrivo di Drenthe dal Feyenoord un altro talento oranje, Wesley Sneijder, infoltisce la rosa a disposizione di Schuster. Al termine di un tira e molla in cui l' Ajax, come da sana tradizione, non ha scontato un centesimo, l' accordo è stato raggiunto sui 25 milioni circa.

Sul piano strettamente personale, Sneijder è un mio pupillo, centrocampista di grande classe da molti anni ormai atteso al salto di qualità fuori dalla Eredivisie. Non è un trequartista, ma una mezzala molto offensiva che negli ultimi anni ha progressivamente avanzato il suo raggio d' azione, in coincidenza soprattutto con la partenza di Van Der Vaart, che gli ha liberato lo spazio a ridosso delle punte. Sul centro-sinistra del dogmatico 4-3-3 dei lancieri, Sneijder godeva di una consistente libertà d' azione, motivo per cui ne andrà verificato l' inserimento in un modulo quasi certamente diverso come il 4-4-2/4-2-3-1 di Schuster. Se costretto ad arretrare eccessivamente per venirsi a prendere il pallone, il suo gioco perde inevitabilmente freschezza e pericolosità, come ci ha dimostrato anche il recente mondiale, non a caso giocato così così da Sneijder, troppe volte costretto ad abbassarsi per iniziare l' azione in un centrocampo olandese che, con Cocu e Van Bommel, non aveva un vertice basso di ruolo.
Fisicamente un po' esile (in questo ricorda gli "jugones" del Barça Iniesta e Xavi), il suo contributo in fase di non possesso è solitamente molto limitato, cosa che potrebbe arrecare qualche sofferenza di troppo a Diarra in un' eventuale accoppiata a centrocampo.
Più indicato sarebbe quindi non costringerlo in un doble pivote, meglio piuttosto inserire Gago accanto a Diarra e avanzarlo sulla trequarti oppure riproporre un centrocampo a 3 come quello dell' Ajax, considerando che con l' eventuale arrivo di Robben si libererebbe un posto da interno anche per Drenthe, che sembra particolarmente tagliato anche per questo ruolo (o in alternativa, fermo restante Diarra come vertice basso, l' altra mezzala potrebbe essere Baptista oppure, nella versione più tecnica e spregiudicata, Guti, anche se potrebbero sorgere problemi di incompatibilità fra il biondo e Sneijder, visto che tutti e due hanno un raggio d' azione pressochè speculare, sul centro-sinistra e a ridosso degli attaccanti).
Esposti i possibili dubbi tattici (ma anche il temperamento facilmente infiammabile gli può giocare qualche brutto scherzo), le certezze sul piano tecnico nonj possono accrescersi con l' ingaggio di Sneijder. Testa alta e palla incollata al piede (anche se non è uno specialista del dribbling), non è solo quel giocatore in grado di cucire l' azione e condurla sino alla trequarti (il Casquero dei ricchi), ma l' ampia visione di gioco e il destro millimetrico gli consentono di brillare anche come uomo dell' ultimo passaggio, cosa che restituisce Guti alla sua dimensione più reale e auspicabile (non più giocatore pericolosamente imprescindibile, ma soltanto una carta in più).
Ma con Sneijder il Real ancora di più guadagna un centrocampista con rara familiarità col gol: il pezzo forte dell' olandese infatti è senza dubbio la conclusione da fuori: è un destro naturale, ma sa calciare indifferentemente con entrambi i piedi (addirittura capita di vederlo battere i calci d' angolo anche col sinistro). Se ha spazio e tempo, e non gliene serve neppure tanto, concludere dal limite dell' area per lui diventa quasi un rigore: sia di violenza che di precisione, trova con grande facilità gli angoli della porta, e celeberrime sono le sue conclusioni a girare sul secondo palo, capolavori già sfornati in serie nel corso della sua giovane carriera.
Magnifico specialista dei calci piazzati, partito Beckham il Real Madrid ritrova così un giocatore in grado di innescare al meglio il proprio poderoso arsenale aereo (Sergio Ramos, Diarra, Cannavaro, Pepe, Van Nistelrooy, Baptista, Metzelder: l' unico aspetto nel quale i merengues godono di un netto e importante vantaggio sul Barça).


IL REAL MADRID ATTUALE

------------------Iker----------------------

Ramos-----Pepe-----Cannavaro----Drenthe

-------------Diarra----Sneijder-------------
-Higuain---------------------------Robinho-

-------------------Raul---------------------
---------------Van Nistelrooy---------------

Mancano ancora un uomo di fascia sinistra (terzino o esterno) e un esterno destro.


Come dovrebbe giocare Sneijder (in un 4-3-3):

---------Diarra------------
-----?-------------Sneijder


Come NON dovrebbe giocare Sneijder (in un 4-2-3-1):

-------------Diarra----Sneijder-------------
--Higuain----------Guti-----------Robinho-


-Video Sneijder
-Top 7 goals
FOTO: As.com

Etichette: , ,

10 Comments:

Anonymous Anonimo said...

anche secondo me per sfruttare al meglio l'olandese si dovrebbe provare il 4-3-3 anche per non sacrificare più Robinho esterno di centrocampo. ma chi fà l'interno destro? Gago no perchè è un vertice basso , Guti come detto non funzionerebbe.. dunque? ancora mercato ..non credo
si finirà per farlo giocare fuori ruolo e rischiare di bruciarlo come è da tradizione negli ultimi anni madrileni...

sneijder comunque l'avrei visto bene al Milan per il dopo Seedorf.

Santeria

5:11 PM  
Blogger valentino tola said...

Sneijder come caratteristiche è il classico giocatore da Barça, solo che là sono già al completo. Anche per il dopo-Seedorf sarebbe stato sicuramente uno dei giocatori più indicati.
Sull' interno destro ci ho messo un bel punto interrogativo, vediamo le varie possibilità:
-Guti: c'è il rischio che si pestino i piedi (però, attenzione, con Lopez Caro il Madrid giocava un 4-1-4-1 che di partenza vedeva Zidane sul centro-sinistra e Guti proprio sul centro-destra: i due comunque si scambiavano tantissimo le zone di competenza, e una cosa del genere non sarebbe impossibile).
-Gago: completamente fuori ruolo.
-Drenthe: sarebbe perfetto, se non fosse che anche lui gravita sulla sinistra (e Sneijder sul centro-destra non lo vedo).
-Julio Baptista: opzione interessante.
-Granero: sulla carta potrebbe andare, ma non credo che Schuster lo consideri più di tanto.
-Diarra: soluzione che permetterebbe a Gago di giocare vertice basso. Il maliano tornerebbe a giocare sul centro-destra come ai tempi del Vitesse, però non è più la sua posizione. Anche se Diarra verrebbe sacrificato, sarebbe forse il centrocampo meglio bilanciato.

Comunque, credo si debba iniziare provando Sneijder nel 4-4-2. Spero prendano Robben, così Robinho potrà giocare seconda punta.

8:40 PM  
Blogger valentino tola said...

Dimenticavo: anche Julio Baptista preferisce partire dal centro-sinistra, l' opzione si fa meno interessante.

8:41 PM  
Blogger Jean Lafitte said...

gago ha fatto la mezzala destra, guti anche, lo stesso olandese può giocare mezzo destro. c'è baptista, c'è la cantera. in teoria pure inista e xavi preferirebbero giocare sul centrosinistra. ma alla fine sempre centralmente giocano... poi sneijder è praticamente ambidestro...
la cosa bella che l'opzione 442 con sneijder mediano e robinho e higuain (o chissà robben) è anche più offensiva dei fantastici 4 del barca che secondo vale non possono giocare insieme (e non ho ancora capito perchè)
KUBALA

10:57 PM  
Blogger valentino tola said...

Intendi nella nazionale Under 20 del 2005? Lì Gago faceva la mezzala sinistra, a destra giocava Zabaleta, nel mezzo "Chaco" Torres. Giocando poi Armenteros o Archubi a sinistra, praticamente diventava centrocampista centrale in un 4-4-2. Nel Boca poi io l' ho sempre visto vertice basso, a destra c'era Ledesma o Battaglia.
Non è detto che non possa adattarsi, ma non mi sembra il suo ruolo preferito.
Guti potrebbe starci, scambiandosi la posizione con Sneijder, ma io non farei partire Guti titolare.
Anche se son sempre giocatori che si muovono al centro, per me c'è una differenza non trascurabile in un centrocampo a 3 fra partire sul centro-destra e partire sul centro-sinistra. Baptista cerca di crearsi sempre lo spazio per il destro, e partendo da destra l' operazione gli riuscirebbe più difficile. Sneijder è ambidestro sì, ma l' ho sempre visto giocare sul centro-sinistra, probabilmente c'è un motivo, si trova meglio o non so che altro: la cosa migliore sarebbe sempre quella di cercare di far giocare la gente nella zona di campo più familiare.
Il 4-4-2 con l' organico attuale mi sembra la soluzione meno astrusa, tutto qui: ma ho comunque espresso i miei dubbi sul fatto di far giocare Sneijder in questo modulo, ed esprimo anche la mia totale contrarietà a Higuain e Robinho esterni di centrocampo, mi sembrano un' improvvisazione (e infatti l' anno scorso il Real era incredibilmente perforabile sugli estrni), ma è quello che passa il convento.
Con Robben (ma anche Drenthe esterno va bene) e un esterno destro di ruolo mi sembrerebbe già più logica la squadra, meno sbilanciata dei Fantastici Quattro.

Torno sull' argomento: io non vedo un Barça in grado durante la stagione di sostenerli tutti e quattro: Messi, Eto'o e Henry non sono esterni di centrocampo (è ben altra cosa giocare largo in un tridente), Ronaldinho si gratta le chiappe in fase di non possesso.
I casi sono due: se Messi ed Henry (oppure Eto' o Ronaldinho: dipende da chi giocherebbe sulla fascia) si spaccano la schiena e riescono a dare una mano in copertura, cosa che ritengo comunque poco probabile, magari la squadra mantiene equilibri decenti, ma i due non agiscono più nelle loro zone predilette, perdono lucidità e snaturano il loro gioco; se invece il loro contributo in copertura non è costante, la squadra semplicemente si spezza in due tronconi, e questo mi sembra il rischio più probabile e grave, il "Galacticidio-parte seconda".
Oltre alle caratteristiche di 'sti fantastici quattro ci sono le caratteristiche dei centrocampisti del Barça, secondo me palesemente più adeguate ad un centrocampo a 3. L' unico adatto a un centrocampo con due centrali è Touré, gli altri sono: due difensori centrali adattati davanti alla difesa, Marquez ed Edmilson e delle mezzeali classiche: Deco non ha giocato e non giocherà mai in un doble pivote; Iniesta ha giocato dappertutto ma per quanto si impegni resta un giocatore creativo; poco efficace in copertura; Xavi, lo sai bene, si è consacrato proprio quando Rijkaard passò dal 4-2-3-1 al 4-3-3 e ne avanzò il raggio d' azione alleviandogli i compiti di copertura. Queste mezzeali per me sono fondamentali per il Barça, e un modulo con tutti e quattro assieme finirebbe per snaturarne le caratteristiche o, nella peggiore delle ipotesi, per decretarne l' estinzione.

12:07 AM  
Blogger valentino tola said...

Ah, perdonatemi la dimenticanza: mi son scordato del giocatore probabilmente più adatto al ruolo di mezzala destra in un 4-3-3, oltrettutto un giocatore a me molto gradito: Rubén De la Red.

12:11 AM  
Anonymous Anonimo said...

la formazione potrebbe essere

iker
ramos cannavaro pepe drenthe

diarra gago

robinho sneijder robben

v. nisterlooy

ke ne dite?? commentate

2:38 PM  
Anonymous Anonimo said...

O BRAVO, E QLL LA FORMAZIONE, SOLTANTO LORO SI FANNO IL PROBLEMA DRENTHE TERZINO XKE X LORO (SANTI SUBITO VI DOVREBBERO FARE) NN GIOCHEREBBE BENE, MA SCUSATE MA CM FATE A METTERVI AL LIVELLO DI GENTE KE NEL CALCIO CI VIVE E CI HA VISSUTO, SCHUSTER ORA NN PIACE NEMMENO A ME, MA CM FATE A METTERVI AL SUO (E A TT)KE NEL CALCIO CI LAVORANO DA UNA VITA? PARLATE MENO X FAVORE, KI DICE KE LA LIGA E STAT PERA DAL BARçA, INVECE DI DIRE KE CE STATO UNO SPIRITO DI SQUADRA, FORZA DI GRUPPO, NO BISOGNA CRITICARE (QND CI VUOLE E GIUSTO) IL REAL, MA CREDETE KE IL BARç CN TT QUEI "GALLETTI", NN COMBINI CASINO??? HALA MADRID 10

2:00 PM  
Anonymous Anonimo said...

VALENTINO SICURO IL BARCELLONA PRIMO, MA IL REAL X CS L'HAI PRESO???? CREDI DIRE CAMPIONI VUOL DIRE SUCCESSO, XKè A HENRY, A ME SEMBRA TANTO 1 CIRCO CHE POI SCOPPIERà, TT QUEI GALLETTI.. MA VEDRAI...

HALA MADRID 10

ma te e vero tifi barca e logico che x te tt e perfetto..
grande squadra nn o da dire nulla, ma il real credi abbia parecchio meno?? ma....

2:04 PM  
Blogger valentino tola said...

Tanto per chiarire, se vedo il Barça favorito è perchè la penso così. Opinione come tutte discutibilissima, ma il tifo vi assicuro che non c'entra proprio nulla.

4:59 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home