lunedì, febbraio 26, 2007

VENTIQUATTRESIMA GIORNATA: ALTRE PARTITE.

Betis-Recreativo 0-0
Recre prudente, orfano di Viqueira, Betis che nel secondo tempo aggiunge peso offensivo con l' entrata di Fernando e Sobis (quest' ultimo il giocatore più scarificato in assoluto da Fernandez, o in panchina oppure fuori ruolo), ma non trova il gol che probabilmente avrebbe meritato. Pancrate, confermato titolare sulla fascia destra del centrocampo, fallisce davanti a Lopez Vallejo. E' piaciuto nel Betis il canterano Juande, che pare essersi guadagnato la fiducia di Fernandez al centro del campo accanto ad Assunçao.

Villarreal-Mallorca 2-1: Pereyra 26' (M); Tomasson 37' (V); Fuentes 89' (V).
Tre punti per respirare. Villarreal che parte con Cani in panchina e il quartetto offensivo composto da Marcos, Matias Fernandez, Tomasson e Forlan (mentre Manzano schiera un undici senza punte vere, Ibagaza accanto a un unico interdittore, Pereyra, Tuni a sinistra, Jonas, in un periodo splendido, a destra con Jankovic e Arango a fare coppia davanti).
E parte male il Villarreal, va sotto (uscita terribile dell' inaffidabile Barbosa e gol di Pereyra, che poco dopo dovrà lasciare il posto a Jordi causa infortunio) e rischia di subirne altri, ma si rimette in pista col gol che Mati Fernandez inventa per Tomasson. Allo scadere, Fuentes in mischia regala la vittoria. Infortunio per Senna, che starà fuori le prossime tre settimane: gravissima assenza per Pellegrini.

Celta-Racing 2-2: Baiano, rig. 24' (C); Bamogo 32' (C); Munitis 54' (R); Cristian Alvarez, rig. 78' (R).
Il Celta non torna a vincere in casa e non riesce proprio a ristabilire una dinamica positiva. Pessimo risultato, perchè se è vero che non si è più terzultimi è anche vero che la prossima giornata si va al Mestalla...
Pablo Garcia si infortuna nel riscaldamento, e Vazquez, che non può contare su Canobbio squalificato, rinuncia così al trivote, affiancando anzi il fresco acquisto Bamogo a Baiano in un 4-4-2 classico. Nonostante il doppio vantaggio, e il primo gol di Bamogo, il Racing dà la netta sensazione di stare meglio in campo, e la rimonta è meritata.

Getafe-Sevilla 0-0
Sevilla bloccato su uno dei campi più difficili, il Barça va a +2 in attesa della resa dei conti di sabato prossimo (per la quale vedo favoriti gli andalusi, ma che in realtà non deciderà nulla). Juande Ramos è privo in un colpo solo di Adriano, Daniel Alves e Puerta. Finalmente gioca Duda (avessi detto...) e Hinkel comunque fornisce una prestazione al suo (alto) livello. Zero a zero, ma i portieri si son potuti mettere in bella mostra, Palop da una parte e Luis Garcia, che ha risposto in pieno all' impegnativo compito di sostituire Abbondanzieri, dall' altra.

Nàstic-Valencia 1-1: Joaquin 62' (V); Rubén Castro 91' (N).
Che la stessa squadra che mercoledì ha affrontato San Siro con personalità possa poi raccogliere un pareggio di questo squallore sul campo dell' ultimissima in classifica dovrebbe sorprendere, ma in realtà non c'è nulla di più logico. Questo è il Valencia, forte coi forti e debole coi deboli. Una squadra di asceti: rinuncia al piacere di giocare bene al calcio, di creare occasioni e divertire, di andare di goleada in goleada. Rinuncia, ciò che è più importante, a competere seriamente per il titolo.
Stava riuscendo in pieno l' operazione "massimo risultato col minimo sforzo", ma il gol di Rubén Castro, sebbene illogico rapportato agli sviluppi precedenti della partita, serve da lezione. Dopo cinque minuti iniziali che, con due occasioni fallite da Villa, sembrano solo il prologo di una partita senza storia, il match assume un suo equilibrio. Il Nàstic, guidato dall' ottimo veterano Pinilla, prende il comando delle operazioni, ma coi suoi continui cross, non farebbe male neanche a una mosca, figurarsi al Valencia. Valencia che, come al solito, aspetta il momento buono per cavare il golletto, guidato da Silva e Villa in evidente stato di grazia. Nel secondo tempo entra Morientes, il golletto arriva, si tratta solo di aspettare il fischio finale, ma Rubén Castro, dimenticato in mezzo all' area, non la pensa così. E dopo l' 1-1, a recupero inoltrato, il Nàstic si avvicina pericolosamente a Butelle pure un altro paio di volte!
Joaquin segna il suo primo gol da valenciano, ma non è quello che conta, va ancora ritrovato il giocatore di un tempo (speriamo almeno che il gol possa servire da molla). Decente Hugo Viana nel mezzo, bellissima notizia il ritorno fra i panchinari di Del Horno.

Levante-Zaragoza 0-0
Reti inviolate, ma tante occasioni da una parte e dall' altra. Il Levante resta là (e penso proprio che alla lunga sarà il fortunato vincitore del concorso che mette in palio il terzultimo posto), il Zaragoza, te pareva, perde l' occasione buona per aggredire il Real Madrid. Victor Fernandez preserva Diego Milito (così come i recuperati Aimar e Celades) per il mercoledì di Coppa col Barça, la coppia Sergio Garcia-Ewerthon (velocissima, l' ideale per bucare la difesa alta del Levante) ne sbaglia di tutti i colori. Alla generosità (in tutti i sensi) di Sergio Garcia ci siamo abituati, Ewerthon è come se questa stagione non l' avesse ancora iniziata.

Osasuna-Espanyol 0-2: Coro 13'; Tamudo 65'.
Autorevolissima vittoria dell' Espanyol, in un momento piuttosto felice. Perdura l' assenza di De la Pena, al suo posto gioca Jonatas, che dopo i tanti contrattempi della prima parte di stagione, può finalmente mostrare tutto il suo talento (un peccato che, nonostante le caratteristiche diverse, sia inevitabilmente in concorrenza con De la Pena, data l' insostituibilità di Moisés Hurtado e della coppia Tamudo-Luis Garcia), come nell' azione individuale che ispira il gran gol del sempre brillante Corominas. Implacabile Tamudo.


CLASSIFICA
1 Barcelona 49
2 Sevilla 47
3 Valencia 43
4 Real Madrid 43
5 Atlético 40
6 Zaragoza 39
7 Recreativo 37
8 Getafe 36
9 Espanyol 35
10 Racing 33
11 Deportivo 33
12 Villarreal 32
13 Osasuna 30
14 Betis 27
15 Levante 27
16 Celta 26
17 Mallorca 26
18 Athletic 25
19 R. Sociedad 14
20 Gimnàstic 14


CLASSIFICA CANNONIERI
1 Kanouté 18
2 Ronaldinho 16
3 Diego Milito 15
4 Van Nistelrooy 11
5 Fernando Baiano 10

Etichette:

4 Comments:

Anonymous Marco said...

Ma perchè ce l'hai tanto col vecchio Quique Sanchez?? :)

Ho visto una sintesi della partita e mi è sembrato un Valencia discreto, che poteva anche chiuderla, la partita. Se poi Villa si mangia certi gol non può essere responsabilità dell'allenatore.

con la solita stima...

11:16 PM  
Blogger valentino tola said...

Ci credo che poteva chiuderla, era una partita da vincere in carrozza. Una partita modesta a mio avviso, il solito tran-tran. Gli è girata male, ma non possono lamentrasi in nessun modo.

In generale non sopporto che squadre di questo livello propongano un calcio così rinunciatario. Non è che il Valencia non abbia un gioco come succede al Real Madrid (basta vedere le sfide con altre grandi squadre come Barça e Inter, ma anche la sconfitta casalinga col Real Madrid, l' autorità e l' organizzazione con cui ha tenuto il campo), ma è troppo limitato (contropiede e azioni da calcio piazzato), e il potenziale della rosa, sicuramente inferiore a quello del Barça ma SOLO a quello del Barça, lo ritengo sottoutilizzato. Al di là dello scarsissimo spettacolo (aspetto che ritengo importantissimo, sennò che lo guardiamo a fare questo gioco?), quest' eccessivo conservatorismo ha fatto perdere più di una volta punti importanti contro squadre di livello medio-basso. certo, se poi stiamo a guardare le occasioni puntuali di ogni partita, si può dire "ma se segnava questo, ma se segnava quest' altro" e ogni analisi generale salta per aria. Me lo son sorbito spesso il Valencia, e l' incapacità di attaccare una difesa schierata con una manovra degna di questo nome mi fa cadere le braccia.
Non la penso così solo io, ma anche la società pare decisa a cambiare tecnico l'anno prossimo. Insomma,tante grazie per aver rimesso in piedi la squadra dopo la crisi del 2004-2005, ma dall' anno prossimo per concorrere per la Liga serve un salto di qualità che Quique non può dare (comunque, c'è tutta una Champions da giocare. Se passa con l' Inter diventa una delle mie favorite, le gare secche esaltano questa squadra).

1:04 AM  
Anonymous Marco said...

grazie del passaggio sul blog, Vale!

Marco

(www.strega23.blogspot.com)

12:28 AM  
Blogger valentino tola said...

Figurati, con tutta l' attenzione che dedichi al mio, era doveroso.

1:36 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home