mercoledì, maggio 23, 2007

Il Migliore


Però quel cambio di Kewell e Crouch così tardi...

12 Comments:

Anonymous MIk said...

Dai, argomenta un po il pensiero
:-)

12:57 AM  
Blogger carlo said...

Posto che Zenden andava tolto io avrei avanzato Riise. Kewell non c'era e non ci poteva essere. Per il resto, chapeau a Rafa.

2:52 PM  
Anonymous Edo14 said...

il migliore per come l'ha preparata e per come ha gestito il primo tempo. Però quella ripresa così sciatta è colpa sua, ha continuato a giocare come se non dovesse rimontare un gol. Crouch dentro a 15' dal termine mi è sembrata una colossale idiozia, anche perchè il Liverpool nella ripresa ha tirato in porta 1 volta prima del gol di Kuyit. Riassumendo Benitez: preparazione e primo tempo voto 8, secondo tempo voto 4, in generale voto 6.

3:35 PM  
Blogger valentino tola said...

Io sul momento avevo pensato a Crouch per Zenden con Gerrard finto esterno sinistro. Kewell proprio non ci stava, per la storica mancanza di personalità del giocatore.
I cambi son stati discutibili, e detto che era comprensibile che Benitez non volesse smantellare una formazione che occupava al meglio il campo, bisogna anche aggiungere che sono errori che ci possono pure stare.
Quello che mi ha sbalordito è stata ancora una volta la pianificazione magistrale della partita: davvero il Liverpool ha perso solo in quei dettagli sui quali Benitez non può proprio intervenire, dato che restano affidati alla definizione dei 22 giocatori in campo.
Non poteva prevedere i rovesci della sorte e non poteva nemmeno ovviare alla maggior qualità offensiva del Milan, che dalla trequarti in su fa la differenza.
Liverpool spuntato: un po' il ritardo nel cambio di Crouch, molto la modestia di Zenden, l' insolita imprecisione di Gerrard e soprattutto la delusione-Pennant.
Ho sentito giudizi positivi sulla sua partita, ma non concordo: il lato debole del Milan era quello di Jankulovski, ma Pennant, che ha dribbling e tutt' altro passo sul breve rispetto al ceco, non ne ha mai approfittato. Timido, non ha mai puntato l'uomo e quando ha dribblato lo ha sempre fatto in maniera fumosa, andando in orizzontale o addirittura tornando indietro.
Lì poteva vincere al partita il Liverpool e lì ha fallito questo talento mai compiutamente espresso.

P.S: Indecente il commento di Beppe Dossena: tutta la partita a dirci quanto è forte il Milan e quanto invece è scarso il Liverpool. Un po' di serietà, per favore.
Una chicca notevole quando poi dopo una decina di minuti si è lasciato andare a un: "devo dire che non mi aspettavo un Liverpool così organizzato". Ohibò!

3:40 PM  
Blogger Flavio said...

Grande allenatore, ma ieri ha sera ha azzeccato una cosa sola: la preparazione tattica alla partita. Poi, una serie di errori che non mi sarei aspettato.

Primo tempo tatticamente perfetto del Liverpool, Milan spaesato, molle ed in evidente confusione; ma gli inglesi non ne hanno approfittato, vuoi per evidente mancanza di talento e creatività dalla metacampo in su, vuoi per mancanza di coraggio, sta di fatto che non c'è stata quell'accelerazione necessaria per concretizzare la superiorità in mezzo al campo. Poi l'episodio sfortunato del goal di Inzaghi, che però, consentintimi di scadere nell'irrazionale, era quasi preventivabile: come se il precedente di Istanbul lasciava intuire che qualcosa del genere DOVESSE accadere.

Una volta iniziato il secondo mi aspettavo un Liverpool all'arrembaggio, con il dovuto inserimento di Crouch e lo spostamento di Riise avanti al posto di Zenden (una PIPPA come poche altre, lo era quando era al top figuriamoci ora). Invece nada, s'è visto un Liverpool di una sciattezza desolante (una sola occasione per Gerrard regalata da Gattuso) ed un Milan che controllava senza neanche troppa fatica fino al fatidico colpo di classe Kakà-Inzaghi, con i Reds che parevano ormai spenti e rassegnati.

Inutile l'inserimento di Kewell (non era in grado di giocare) mentre quello tardivo di Crouch ha quasi riaperto la partita, ma era davvero troppo tardi.

Grandi partite di Mascherano ed Ambrosini (giocatore che, come vado sostenendo da tempo, vale due Gattuso), Kakà senza spazi è stato comunque decisivo, Gerrard invece l'ho visto fuoriruolo (altro errore di Rapha: non puoi limitare così il tuo giocatore di maggior talento: è un centrale fantastico negli inserimenti e nelle conclusioni da fuori, non una mezzapunta)...


Vittoria sostanzialmente giusta del Milan e giù il cappello di fronte a Carlo Ancelotti, che ha compiuto un vero e proprio miracolo rivatilazzando un gruppo di giocatori che pareva ormai non aver più nulla da dire...

Ciao!

4:21 PM  
Blogger Antonio Giusto said...

Il più grande errore di Benitez, a mio parere, è stato far entrare in campo Kewell, che fu il vero artefice della vittoria di Istanbul con l'infortunio che costrinse Benitez a toglierlo e far entrare Smicer, che poi fu anche autore di un gol.

5:05 PM  
Anonymous Edo14 said...

in effetti non ho capito la riesumazione di Zende, giocatore sempre sopravvalutato; non sarebbe stato meglio, per dire, Mark Gonzalez? Oppure un bel Riise avanzato, come dice Flavio.

Valentino, non concordo quando dici che sono errori che ci potevano stare. Se un allenatore non osa trovandosi sotto 1-0 e con soli 45' da giocare, in una finale di Champion's, quando deve farlo? Sinceramente non capisco perchè aspettare...credeva forse di trovare il pareggio con quella formazione? Impresa ardua, e infatti non hanno più tirato in porta, anche perchè il Milan difendeva in 15. Mi sembrava logico inserire Crouch e giocarla sempre cercando la sponda del lungagnone, che in 15' scarsi non l'ha mai fatta vedere a Nesta...

Pennant non mi è sembrato così malvagio, spingere ha spinto, il problema è che davanti aveva un attaccante che tutto è fuorchè prima punta. Un paio di volte ha accelerato e in mezzo c'era il deserto dei tartari...

Concordo su Dossena, altra dimostrazione del fatto che un buon calciatore non dev'essere per forza un buon commentatore. Tra l'altro Dossena come allenatore ha fatto ridere e ora spara sentenze sui migliori mister del globo...mah.

5:25 PM  
Blogger valentino tola said...

Certamente, complimenti al Milan (al di là della partita mediocre di ieri) e ad Ancelotti, che non solo è un ottimo allentore, ma mi risulta personalmente assai più simpatico e dignitoso dei suoi padroni.

Son d' accordo, Rafa non ha osato il giusto nei cambi, però mi metto anche nei suoi panni: "se mantengo la squadra del primo tempo, intanto conservo il controllo totale del gioco (togliendo ogni possibilità di contropiede al Milan), poi un paio di occasioni da sfruttare arriveranno". Non gli è andata bene, ma non era neppure troppo campato in aria come ragionamento.
Diciamo che se ad Istanbul sbagliò totalmente la formazione di partenza (ma subire gol a partita appena iniziata ti scombina tutto), stavolta è mancato in quelle mosse della disperazione che lo 0-3 lo costrinse a effettuare allora. Pensava in cuor suo di vincere la partita giocando in maniera "normale", non ha saputo osare.

Mai piaciuto Zenden, ogni tanto ci son questi giocatori di moda, un periodo si parlava solo di lui e non ho mai capito perchè.
Gerrad non è una mezzapunta, però Benitez lo ha avanzato per avere un centrocampista in più di posizione, e la mossa è servita per mettere sotto scacco il Milan fino al gollonzo di Inzaghi-
D' accordo su Ambrosini (non sopporto il culto di Gattuso, anche se contro il Man Utd è stato mostruoso), Mascherano invece è un mio idolo, e ieri ha rafforzato la mia stima nei suoi confronti.

Non avevo in mente di scrivere niente su questa finale, ma già che ci sono vi do i miei voti:

Milan: Dida 6,5; Oddo 6,5, Nesta 6, Maldini 5,5, Jankulovski 5 (Kaladze s.v.); Gattuso 6, Pirlo 6 (o 5,5?), Ambrosini 6,5; Kakà 6,5, Seedorf 5; Inzaghi 7.

Liverpool: Reina 6; Finnan 5,5, Carragher 5,5, Agger 6,5, Riise 6; Pennant 5,5, Xabi Alonso 5,5, Mascherano 7 (Crouch 6), Zenden 5,5 (Kewell 5); Gerrard 6, Kuijt 6.

5:27 PM  
Anonymous sergio said...

concordo in pieno con tutti quanti: partita preparata in modo impeccabile, ma il buon rafa è rimasto inspiegabilmente inerte di fronte il verificarsi degli eventi.
davvero strana la presenza di zenden in campo, soprattutto se leggiamo che appena finita la partita lo spagnolo gli ha detto di trovarsi una nuova squadra.
e poi oltre a crouch, in panca è rimasto 90 minuti un certo bellamy, che anche dirottato sulla fascia avrebbe sicuramente dato qualcosa in più. nel secondo tempo, l'occasionissima di gerrard è arrivata in modo casuale.

5:35 PM  
Blogger hoeman said...

Tutta la ragione!

9:25 PM  
Blogger Vito Corleone said...

il migliore...ma e furbo per stare a liverpool,perche lui sa che li sará sempre tranquillo con i hooligans che si conformano con finire 4º in premier e fare qualch'altra cosetta...non credo che benitez sia uno allenatore per una grande squadra dove i tifosi vuoleno vincere tutti i giorni...a barcellona in due messi é via...

7:49 AM  
Blogger valentino tola said...

A Barcellona sono pazzi, lo sappiamo...
Comunque credo che Rafa possa vincere dappertutto, se lo si lascia lavorare.
Se il Liverpool l' anno prossimo acquista un paio di fuoriclasse, potrà lottare anche per la Premier.

10:47 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home