domenica, aprile 29, 2007

TRENTADUESIMA GIORNATA: Valencia-Recreativo Huelva 2-0: Joaquin; Joaquin.

Il problema maggiore per il Valencia è sempre quello di sbloccare il risultato: una volta che ci riesce, il resto viene da sé.
Per circa un’ ora è stata una partita molto bloccata, merito dell’ organizzazione difensiva del Recre. Molta corta la squadra di Marcelino, abbassa le sue linee togliendo al Valencia lo spazio per attaccare in profondità con Villa e Angulo e costringendolo così ad elaborare l’ azione a centrocampo, proprio ciò che la squadra di Quique, pure molto più manovriera rispetto al solito, (raggiungerà il Valencia percentuali di possesso-palla piuttosto alte e insolite) non ama fare (non è neanche disponibile Morientes come eventuale torre per semplificare e rendere più diretta l’ azione d’ attacco).
Gli ospiti, per quel poco che entrano in contatto col pallone, attaccano solo ed esclusivamente con 4 giocatori, vale a dire i due esterni di centrocampo, con Cazorla sempre pronto a tagliare verso il centro, e i mobilissimi e superveloci Uche e Sinama, che nelle prime fasi della partita non mancano di far correre uno spavento al Mestalla con una micidiale azione di contropiede, nella quale però Sinama non approfitta fino in fondo dell’ improvvida uscita dell’ insicuro Butelle. Bastano e avanzano questi 4, i terzini non si sovrappongono mai e lasciano intatta la linea di difesa a 4 degli ospiti, che così non lasciano spazi preziosi al celebre contropiede del Valencia. Inoltre sulle fasce i raddoppi scattano puntuali, soprattutto quando Miguel e Joaquin propongono le loro sovrapposizioni.
A parte un inizio vivace e incoraggiante (un’ occasione per Silva al termine di un grande triangolo con Villa e un sinistro fuori di poco di Villa stesso), il Valencia fa fatica a trovare lo spiraglio, almeno fino a quando Villa e Silva non decidono di salire in cattedra e Joaquin non veste gli insoliti panni del finalizzatori. Due gol da manuale: nel primo Villa taglia fino a trovarsi libero sulla fascia destra, aspetta con saggezza l’ inserimento in area di Joaquin, partito da molto lontano e per questo più difficile da seguire per i giocatori del Recre, e lo serve con un tocco chirurgico; nel secondo è la classe pura di Silva a farla da padrona: scambia con Villa, penetra in area e serve con un pallonetto verso il secondo palo l’ inserimento a botta sicurissima (uno di quei palloni che i giocatori vorrebbero sempre trovarsi a calciare) di Joaquin. Due botte e via, questione chiusa, passerella fino al 90’, in puro stile Valencia.

I MIGLIORI: Silva e Villa sono la magia, la creatività di questo Valencia, il 75%-80% degli attacchi di questa squadra lo partoriscono le loro menti e lo mettono in atto i loro piedi dolcissimi, vedere anche i due gol. Joaquin prosegue nel suo eccellente finale di stagione, la fiducia crea altra fiducia e se il nostro amico sta pure bene fisicamente (aspetto importantissimo per il suo gioco, deve poter bruciare l’ avversario sulllo scatto, vedi anche l’azione del gol di Morientes al Bernabeu), tutti sono più contenti, il Mestalla per primo che gli tributa un’ ovazione alla sua uscita. Grande partita di Albiol, attentissimo anche contro le due pantere che si è trovato di fronte: non ha abboccato ai controlli a seguire di Uche ed ha anche fatto valere la sua velocità nei recuperi sia col nigeriano che con Sinama Pongolle. Sempre attentissimo nel misurare la distanza e il tempo degli interventi.
I PEGGIORI: Poco incisivo Cazorla, piuttosto atteso dopo la sua prova eccellente domenica scorsa col Racing. Debole e anche un po’ confusionaria la prova di Sinama Pongolle, che sciupa anche due buoni contropiedi nel primo tempo. Va detto che sia per lui che per Uche è stato difficile, perché il Recre non è stato propositivo come nelle sue migliori serate, e li ha un po’ abbandonati. Blando César Arzo.
Male Angulo, acquistare un terzo attaccante di livello sarà una delle priorità per il Valencia dell’ anno prossimo.

AZIONI SALIENTI Marca
Azioni Salienti Rojadirecta

Valencia (4-4-2): Butelle 5,5; Miguel 6, Albiol 7 (70'), Ayala 6,5, Moretti 6; Joaquín 7 (90'), Albelda 6,5, Marchena 6,5, Silva 7,5; Angulo 5 (80') Villa 7,5.
In panchina: Cañizares, Curro, Viana s.v. (70'), Pallardó, J. López s.v. (90'), Del Horno,Gavilán s.v. (80').
Recreativo (4-4-2): Vallejo 6; Merino 5,5, P. Amo 6, Arzo 5, D. Bautista 5,5; Juanma 5,5 (71') Vázquez 6, Barber s.v. (35'), Cazorla 5,5 (77'); Sinama 5, Uche 5,5.
In panchina: Laquait, Bouzón, Rosu s.v. (77'), J. Guerrero, Poli, Aitor 5,5 (35'), Cheli s.v.(71').

Goles: 1-0 (59'): Joaquín culmina un gran pase de David Villa; 2-0 (63'): Joaquín remata un centro de Silva.
Árbitro: Delgado Ferreiro, del Colegio Vasco. Amonestó a Albiol (14'), López Vallejo (30'), Juanma (54'), Dani Bautista (57'), Albelda (69'), Silva (69') y Hugo Viana (85').
Incidencias: Mestalla. Unos 39.000 espectadores. Terreno en perfectas condiciones.

Etichette: , ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home