mercoledì, agosto 15, 2007

Sevilla, gran passo avanti.


Il Sevilla sfrutta in pieno il fattore-campo e porta a casa un 2-0 preziosissimo in vista del ritorno in Grecia. Gli andalusi, almeno secondo quanto riferiscono le cronache, hanno esercitato una pressione costante già nella prima metà del match, ma il gol che ha sbloccato la situazione è arrivato soltanto ad inizio secondo tempo, per merito di un Luis Fabiano discontinuo sì ma che spesso lascia il segno nelle occasioni importanti. Il raddoppio invece lo firma un classico come Kanouté, che finalizza una grande cavalcata di Navas, assist-man anche per l' 1-0 e protagonista di una notevole prestazione.
Infine, da segnalare con molto piacere il coraggio di Juande Ramos, che in una partita così delicata ha proposto fra i titolari Fazio e Diego Capel, talenti dal grande potenziale.


Sevilla 2-AEK 0: 1-0, m.47: Luis Fabiano; 2-0, m.67: Kanouté.

2 - Sevilla FC: Palop; Hinkel, Boulahrouz (Keita, M.46), Fazio, Dragutinovic; Jesús Navas, Poulsen, Maresca (Renato, M.46), Capel; Luis Fabiano (Martí, M.70), Kanouté.
0 - AEK Atenas: Moretto; Edson Ramos (Kafes, M.61), Geraldo, Dellas, Arruabarrena; Zikos (Tozser, M.90), Nsaliwa; Julio César, Rivaldo (Kone, M.66), Manduca; Liberopoulos.

Árbitro: Lubos Michel (Eslovaquia). Amonestó al local Maresca (M.40) y a los visitantes Arruabarrena (M.40) y Zikos (M.89).
Incidencias: Partida de ida de la tercera ronda previa de la Liga de Campeones, celebrado en el estadio Ramón Sánchez Pizjuán. Casi lleno, alrededor de 46.000 espectadores.

FOTO: Marca.com
Aggiornamento Alves: ieri era dato per fatto il suo passaggio al Chelsea, ma oggi sul sito del club londinese è apparsa una smentita. L' affare dovrebbe comunque andare in porto, ma chiedo scusa per l' imprecisione: ieri Marca titolava "Alves ya es del Chelsea", io ci ho scritto il post e ovviamente non potevo prevedere questa frenata nella trattativa.

Etichette: ,

9 Comments:

Blogger Bluto said...

A proposito di Alves, mi è piaciuta molto la vostra analisi tecnico-tattica. Da intenditori puri. Già che ci sono, secondo voi quante chance avrà quest'anno il nostro Maresca a Siviglia?

1:39 PM  
Blogger valentino tola said...

Sarà dura per Enzo, che già l' anno scorso aveva perso il posto in favore di Renato. Juande lo stima, ma come partner di Poulsen credo reputi più completi sia Renato, più senso tattico, che il nuovo acquisto Keita, più forte fisicamente e più consistente sul piano difensivo.
Maresca lo vede un po' come la mina vagante del centrocampo, centrale o in appoggio agli attaccanti partendo da una delle due fasce. E' quello forse più offensivo dei centrali di centrocampo, il più pericoloso negli inserimenti (anche se pure Keita gode di ottime credenziali da questo punto di vista), ma è abbastanza disordinato tatticamente.

3:15 PM  
Blogger carlo said...

Nella partita in questione direi davvero male Maresca: sono d'accordo, è bravo a inserirsi ma è troppo istintivo in tutto e l'equilibrio del centrocampo ne risente. HAi visto la partita su LA Sexta? Fortunantamente non c'era Montes, ma chi era il brasiliano che faceva il commento tecnico?

3:42 PM  
Blogger valentino tola said...

La partita sto ancora cercando di scaricarmela, come anche quella del Valencia (mi sa che è il mio computer che va lentissimo).
Non ti piace Montes? A me all' inizio urtava da matti, poi un po' ci ho fatto l' abitudine: urla come un ossesso, non ci capisce nulla, sbaglia i nomi dei giocatori ogni due per tre, dice un sacco di stupidate (tipo lo shampoo di Salinas) però alla fine mi è simpatico, sempre a piccole dosi comunque...
Dei telecronisti spagnoli il migliore secondo me è Carlos Martinez di Canal+, fra i commentatori scelgo: Miquel Soler (fa le partite del Barça sul sistema pay per view, ex Barça e Mallorca da giocatore), sonnolento ma incredibilmente dettagliato nelle analisi; Michael Robinson di Canal+, competente e ironico. Bravo anche Adolfo Barbero sempre di Canal+, mentre sul brasiliano di cui mi chiedi purtroppo non posso aiutarti.

7:39 PM  
Blogger valentino tola said...

Comunque i miei preferiti, fra i telecronisti che capisco, saranno sempre quelli argentini. Come fa di cognome quel tale Walter di Fox Sports? E' un idolo!

7:42 PM  
Blogger carlo said...

Montes lo ascolto da quando vedevo l'NBA su Sportmania: un idiota pazzesco, fuori registro, disinformato. E nel basket è pure peggio: tra l'altro durante i time out rientravano in studio e dovevo beccarmelo pure lì: una tortura. Per fortuna qualche volta mi sento Robinson, ma con le nuove regole di programmazione sky dovrò credo dire addio anche a lui.Argentini fuori categoria, gli unici che tengono il passo sono i brasiliani. Che mi dici di Segurola a Marca?

8:22 PM  
Blogger valentino tola said...

Ah, se nel basket era pure peggio siamo messi bene...
Purtroppo Segurola l' ho letto pochissime volte, credo che i suoi articoli li riservassero soprattutto per l' edizione cartacea del "Pais". Spero almeno serva a risollevare Marca, lì sono messi piuttosto male. Mai quanto "As", irritante nonostante gli ottimi Juanma Trueba, L.J. Monino e Maldini. Purtroppo sono schiacciati dalla stessa logica costitutiva di questi quotidiani sportivi, che anche più che da noi sono fatti per i tifosi e non per gli appassionati. Io solitamente leggo "As" perchè è quello che dà l' informazione meno ristretta su tutte e 20 le squadre, nei giornali di Barcellona nemmeno mi avventuro, per carità.
Le migliori sono di gran lunga le pagine sportive del "Pais", in alcuni momenti di qualità davvero invidiabile.

P.S.: Grande "Maikel", sforna aneddoti a getto continuo... Un paio di volte sono andato pure a commentare sul suo video-blog.

8:42 PM  
Blogger Entius said...

Su Alves hai fatto lo stesso errore che hanno fatto i giornali sportivi italiani il giorno di Ferragosto. Davano per sicuro il passaggio di Emerson al Milan. E invece...

12:00 AM  
Blogger valentino tola said...

Già, vatti a fidare di Marca...

1:28 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home