lunedì, dicembre 24, 2007

DICIASSETTESIMA GIORNATA: Athletic Bilbao-Murcia 1-1: Koikili (A); Fernando Baiano, rig. (M).

Sto ancora preparando l' articolo, lungo e abbastanza faticoso, su Barça-Real Madrid. Nel frattempo vi lascio a questo gioiellino di partita.

Festival del calcio rustico fra due delle squadre più antiestetiche del campionato. L’ Athletic gioca un secondo tempo di mostruosa inconsistenza, e deve ringraziare soltanto la scarsa mira, e la sfortuna, del Murcia se non è arrivata una sconfitta casalinga che sarebbe stata tanto pesante (visto come si sta innalzando la quota-salvezza) quanto meritata.

Nell’ Athletic Exposito sostituisce Iraola, mentre nelle fila degli ospiti dopo l’ ottimo secondo tempo col Racing riconquista il posto Regueiro, inducendo Alcaraz ad abbandonare il rombo a centrocampo per tornare al vecchio 4-4-2, col trequartista Abel dirottato sulla destra.
L’ inizio è tutto dell’ Athletic, che domina ispirato da Orbaiz e Yeste, ma dopo il sussulto del palo colpito da Llorente di testa su cross di Gabilondo, la partita letteralmente evapora, l’ Athletic come al solito fa una fatica matta ad attaccare un avversario schierato tutto dietro. Il Murcia non ha nessun interesse ad elaborare gioco, cerca svogliatamente i poveri Goitom e Baiano con qualche lancio, attaccanti che, va detto, son tutto tranne che adatti a un gioco di rimessa. Nella squadra murciana mancano contropiedisti rapidi e abili nell’ uno contro uno che permettano di ribaltare l’ azione in pochi tocchi, e da quest’ incompatibilità fra lo stile di gioco della squadra e le caratteristiche degli attaccanti scaturisce a mio avviso la grande difficoltà ad andare in gol del Murcia (solo 14 gol), e gli stenti che stanno accusando attaccanti di valore come Goitom e soprattutto Baiano.
C’è però l’ arbitro Alvarez Izquierdo a dare quel pathos che, se fosse per i soli giocatori e tecnici, mancherebbe del tutto alla partita: punizione di Yeste murata con un fallo di mano (che dai replay disponibili non son riuscito ad apprezzare) da Movilla, rigore sbagliato da Orbaiz ma ribattuto in rete da Koikili, regalo di compleanno meritatissimo per questo ragazzo, festeggiatissimo da tutti i compagni per il suo primo gol in Primera.
Il secondo tempo è caratterizzato da continue interruzioni, ma cambiano i rapporti di potere: altra prodezza di Alvarez Izquierdo, rigore dubbio commesso da un Aitor Ocio comunque ingenuo su Abel, Baiano trasforma per il pareggio. L’ Athletic comincia praticamente a liquefarsi, le distanze fra i reparti aumentano e il Murcia comincia ad arrivare con eccessiva frequenza e facilità sulla trequarti. Caparros cerca più elettricità con Susaeta e più peso in attacco con Aduriz per Etxeberria, ma forse occorreva anche rinforzare il centrocampo con Javi Martinez per Yeste.
La partite e le occasioni son tutte del Murcia, che sfiora il vantaggio prima con una clamorosa traversa colpita da Baiano approfittando con un pallonetto dalla lunga distanza di un’ uscita fuori dai pali di Aranzubia, poi costringe alla paratona Aranzubia con un colpo di testa di Regueiro, e ancora sfiora il gol con un’ incornata di Ochoa di poco a lato su calcio d’ angolo.
Nel finale Íñigo per Goitom dà più sostanza all’ attacco, ed è proprio il neo-entrato a condurre le iniziative più pericolose, di fronte a un Athletic ancora più in affanno per l’ espulsione di Aitor Ocio (secondo giallo per fallo proprio su Íñigo lanciato sulla fascia destra), che quindi accoglie con sollievo il fischio finale, senza tuttavia scampare ai fischi di sonora disapprovazione del pubblico della Catedral.

I MIGLIORI: Bene la difesa del Murcia, soprattutto lo svettante Ochoa. Attento e reattivo Peña. Buono l’ ingresso di Íñigo, come Koikili pescato in Segunda B con discrete ricadute sul piano del rendimento: si offre, tiene su buoni palloni, sicuramente meglio di Goitom. Proprio Koikili festeggia il primo gol in Primera, soddisfazione che si merita tutta.
I PEGGIORI: Male Aitor Ocio: il rigore era dubbio, ma lui è comunque ingenuo, poi si becca anche il secondo giallo. Ancora una volta anonimo David Lopez, l’ acquisto finora più deludente per i baschi (come Goitom dall’ altra parte, inconcludente e pasticcione, al di là della bassissima qualità di gioco della sua squadra). Alla lunga si vede che quella di centrale di centrocampo non è la posizione di Yeste: parte bene, un paio di cambi di gioco magistrali, poi esce dal gioco, troppo lontano dalla zona prediletta e di scarsissima consistenza in interdizione.

Athletic Bilbao (4-4-2): Aranzubia 6,5; Exposito 6, Aitor Ocio 5,5, Amorebieta 6, Koikili 6,5; David Lopez 5 (dall’ 88’ Luis Prieto s.v.), Orbaiz 6, Yeste 5,5, Gabilondo 6 (dal 65’ Susaeta 5,5); Etxeberria 5 (dal 59’ Aduriz s.v.), Llorente 6.
In panchina: Raul Fernandez, Del Horno, Ustaritz, Javi Martinez.
Murcia (4-4-2): Notario 6; De Coz 6, Mejia 6,5, Ochoa 7, Peña 6,5; Abel 6 (dall’ 84’ De Lucas s.v.), Movilla 5,5, Pablo Garcia 6, Regueiro 6; Goitom 5,5 (dal 76’ Íñigo 6,5), Baiano 6 (dall’ 89’ Richi s.v.).
In panchina: Carini, Arzo, Jofre.

Gol: Koikili 47’ (A); Baiano 53’.
Arbitro: Alvarez Izquierdo. Ammoniti: Aranzubia, Amorebieta, Orbaiz ed Etxeberria per l’ Athletic; Ochoa e Goitom per il Murcia.

Etichette: , ,

5 Comments:

Blogger Entius said...

BUON NATALE A BUONE FESTE A TUTTI!!! Entius

3:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

rode valentino???
qnt sn felice che il barcellona ha perso, ke goduria vedervi perdere in casa, bella figura, ora ridiamo noi....

5:57 PM  
Blogger valentino tola said...

@ Entius
Grazie, ricambio gli auguri.

@ anonimo
Da tifoso mi bruciano di più le sconfitte immeritate o sfortunate, non questa che è stata perfettamente logica, strameritata e direi pure salutare.

7:25 PM  
Anonymous Edo14 said...

auguri Valentino, speravo di festeggiare coi 3 punti ma come dici te il pareggio è anche troppo...
Sinceramente Jokin comincia a lasciarmi perplesso, è passato praticamente un girone e non si vede uno straccio di gioco; va bene essere difensivisti, ma si comincia ad esagerare...

Mi spiace per il Barça, come al solito sei un signore nelle tue risposte a certi commenti del piffero ;)

7:33 PM  
Blogger valentino tola said...

Ciao Edo, auguri, a me in effetti lascia perplesso anche il fatto che la squadra non di rado cali sensibilmente nei secondi tempi, come ieri e in troppe altre occasioni quest' anno.
La qualità di gioco è veramente troppo bassa.

8:49 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home