sabato, aprile 05, 2008

TRENTUNESIMA GIORNATA: Osasuna-Recreativo Huelva 0-1: Sinama Pongolle.

Osasuna nei guai, ma ancora di più il Zaragoza… La vittoria del Recreativo è immeritata per quanto prodotto dalle due squadre, ma è un colpaccio memorabile che rimette in discussione la posizione dell’ Osasuna e mette una pressione tremenda addosso al Zaragoza impegnato questo pomeriggio col Betis in un altro importantissimo scontro diretto.

Astudillo conserva il posto accanto a capitan Puñal, mentre l’ assenza di Vela induce Ziganda a buttare nella mischia dall’ inizio il 19enne canterano Jokin Esparza, con conseguente spostamento a sinistra di Juanfran. Nel Recre, il recuperato Cáceres va a fare il terzino destro, lasciando spazio al centro della difesa all’ esperienza di Beto e Quique Álvarez.
L’ Osasuna comincia come è solito fare nelle partite casalinghe, puntando sul ritmo e l’ intensità: dominio schiacciante nel primo quarto d’ ora, che troverebbe il giusto premio se non fosse per due grandi parate di Sorrentino prima su scivolata sottomisura di Plasil poi sul “fuoco amico” di Ruben (e qui ci vuole anche l’ ausilio della traversa) e per l’ inopportuno annullamento di un gol di Miguel Flaño, in posizione regolarissima al momento del tiro di Juanfran respinto malamente da Sorrentino, in questa occasione decisamente meno miracoloso rispetto ai precedenti interventi.
La fase centrale del primo tempo si fa più equilibrata, il Recreativo ha l’ occasione di salire con la difesa e “respirare” un po’ col pallone fra i piedi, approfittandone per rallentare i ritmi e magari spezzettare il gioco. Di creare qualcosa però non se ne parla, anzi la partita s’ innervosisce, accusndo qualche momento di tensione soprattutto fra Ruben e i difensori di casa (un po’ fastidioso l’ attaccante argentino, tendente alla caduta facile e alla sceneggiata). Quando però si entra nella parte finale della prima frazione e l’ Osasuna sembra poter tornare alla carica, inaspettato arriva il gol degli ospiti, alla loro primissima azione seria: rilancio non esageratamente convinto di Quique Álvarez dalla difesa, Sinama Pongolle ci crede, si infila e in velocità fa fare una brutta figura al pesante Miguel Flaño, la conclusione di sinistro passa fra le gambe di un non impeccabile Ricardo.
E’ una beffa per l’ Osasuna, anche se va detto che i padroni di casa hanno concentrato tutte le occasioni ad inizio partita, e rimangono personalmente le perplessità sull’ atteggiamento di Ziganda, tecnico serio e concreto ma sin troppo prudente: una squadra irrigidita e priva di creatività col doble pivote bloccatissimo davanti alla difesa e appiattito su due uomini con caratteristiche speculari (che sia Astudillo+Puñal o Javi García+ Puñal, l’ idea è sempre quella), un solo attaccante spesso non adeguatamente supportato.
Ziganda fa retromarcia e nella ripresa opera cambi più che logici, Dady per Jokin (troppo acerbo il canterano, voglia di fare tanta lucidità poca) con passaggio alle due punte, e successivamente il più creativo Héctor Font per Astudillo: il dominio è chiaro, la pressione costante, arrivano una bordata alta di poco di Dady (molto attivo il capoverdiano, ha un po’ deluso invece Sola, incisivo solo nelle prime battute del match, pure sostituito nel finale da Portillo), una traversa di Miguel Flaño, un colpo di testa debole di Dady smarcatissimo dentro l’ area, ma nulla da fare: Sorrentino sembra invincibile e anzi progressivamente gli attacchi dei padroni di casa si diradano e perdono convinzione, col Recre tutto in contenimento (il cambio Zahinos-Ruben direi che è esemplificativo, cambia poco che quasi subito il primo debba uscire per infortunio e lasciare il posto a Barber, altro mediano)

Osasuna (4-2-3-1): Ricardo; Azpilicueta, Cruchaga, Miguel Flaño, Monreal; Astudillo (dal 71’ Héctor Font), Puñal; Jokin (dal 46’ Dady), Plasil, Juanfran; Kike Sola (dall’ 83’ Portillo).
In panchina: Elía, Josetxo, Javier Flaño, Javi García.
Recreativo (4-4-2): Sorrentino; Cáceres, Beto, Quique Álvarez, Poli; Camuñas, Carlos Martins, Jesús Vázquez, Aitor; Sinama Pongolle (dall’ 87’ Ersen Martin), Ruben (dal 68’ Zahínos.; dal 79’ Barber).
In panchina: Barbosa, Edu Moya, Varela, Javi Guerrero.

Gol: Sinama Pongolle 36’.
Arbitro: Turienzo Álvarez. Ammoniti: Juanfran e Plasil per l’ Osasuna; Camuñas, Cáceres, Poli e Ruben per il Recreativo.


Etichette: , ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home