lunedì, gennaio 07, 2008

DICIOTTESIMA GIORNATA: ALTRE PARTITE.

Racing-Athletic Bilbao 1-0: Tchité 42'.
Valencia-Levante 0-0
Getafe-Valladolid 0-3
: Vivar Dorado 53'; Alvaro Rubio 67'; Vivar Dorado 75'.
Murcia-Osasuna 2-0: Goitom 73'; Abel, rig. 93'.
Recreativo Huelva-Almeria 1-1: Sinama 13' (R); Mané 19' (A).

Valencia è attualmente la città più triste del calcio spagnolo, ormai dovrebbe essere chiaro (interessante però l' idea di Koeman di mettere Arizmendi terzino destro, parlo sul serio). Il Racing prosegue il suo miracolo, l' Athletic continua ad arrancare (qualcosa si è inceppato da quella vittoria del Mestalla che sembrava la rampa di lancio ideale per uscire dalle secche della bassa classifica e ritrovare l' autostima), ma Munitis si infortuna e starà fuori per circa un mese.
Il colpo della giornata lo mette a segno senza dubbio il Valladolid che dà una lezione di calcio al Getafe (ancora papera di Abbondanzieri, se lo chiamano Pato ci sarà anche qualche motivo...) e sbanca il Coliseum: l' ho già detto in altre occasioni, la squadra di Mendillibar merita ogni bene, perchè costruisce tutto a partire dall' umiltà e dal collettivo, un collettivo che anche senza avere fenomeni sa tenere il campo alla grande, regalando un buon calcio (peccato sia una delle squadre che passano meno in tv, perchè è una delle più interessanti di questa stagione).
Nel trionfo, brilla pure la stella di Sergio Asenjo, 18enne grandissima promessa del calcio spagnolo, portiere dell' ultima Under 19 campione d' Europa (sostituì in corsa il titolare Felipe Ramos, infortunatosi, giocando la finale con la Grecia), che si mette in evidenza con grandi interventi: grandi doti, sarà lui probabilmente il post-Casillas, intanto sbalordisce la maturità con cui si è calato nella realtà della Primera, scavalcando nelle ultime 5 partite Alberto, vecchio e ormai fuori fase, e Butelle, manifestamente incapace.
Vittoria sofferta ma incredibilmente preziosa per il Murcia (Goitom finalmente si sblocca segnando un supergol su azione personale), pareggiano Recreativo e Almeria, abbastanza contente del punto anche se avrebbe meritato di più il Recre, che ha trovato sulla sua strada un gran Diego Alves (il portiere brasiliano, prima di ieri secondo di Cobeno, è un altro da tenere assolutamente d' occhio).


CLASSIFICA
1 R. Madrid 44
2 Barcelona 37
3 Espanyol 36
4 Atlético 34
5 Villarreal 32
6 Racing 29
7 Valencia 27
8 Sevilla 26
9 Murcia 22
10 Zaragoza 21
11 Mallorca 21
12 Valladolid 21
13 Getafe 21
14 Recreativo 21
15 Osasuna 20
16 Almería 20
17 Athletic 19
18 Betis 18
19 Deportivo 17
20 Levante 8

CLASSIFICA MARCATORI
Luis Fabiano 12 (1 rig.)
Tamudo 10 (2 rig.)
Diego Milito 9 (4 rig.)
V. Nistelrooy 9 (1 rig.)
Raúl 8 (1 rig.)

Etichette:

6 Comments:

Anonymous alec said...

Ho letto su un sito olandese di notizie uno sfogo di Riga sulla situazione al Levante. Il club non paga più gli stipendi da ormai un anno, e si è premurato di comunicare le proprie difficoltà finanziarie ai giocatori solo via sms (!). Ma come hanno fatto a ridursi così? La situazione era grave da molto tempo o tutto è precipitato dopo l'ultimo disastroso mercato?

12:05 PM  
Blogger valentino tola said...

La cosa è saltata fuori l' ultima estate (ma ovviamente le premesse saranno state poste già gli anni precedenti), quando il presidente Villarroel ha chiesto i denari per lanciare l' assalto a Fernando Baiano (poi finito al Murcia) e il Consiglio d' Amministrazione gli ha chiesto se per caso stesse scherzando...

Ora, non conosco le pieghe interne della società, quindi non so bene di chi siano le responsabilità maggiori, però Villarroel è un disastro: pessimo nel condurre il mercato, annuncia con settimane d' anticipo obiettivi che puntualmente sfumano, poi mi sembra chiaro che la politica di puntare su giocatori vecchi oltre che disastrosa da un punto di vista tecnico sia a lungo andare rovinosa da un punto di vista tecnico: un nome affermato in genere porta con sè un ingaggio abbastanza sostanzioso, e quando poi non ti è più utile (cioè relativamente presto) raramente hai la possibilità di ottenere una plusvalenza dalla sua vendita come invece avviene quando valorizzi un giovani.

Ci vuole davvero poco a spiegare le cause di questa stagione del Levante, perchè se oltre ad avere una rosa oggettivamente scarsa non arrivano nemmeno gli stipendi, allora le motivazioni piombano sottozero.

3:45 PM  
Blogger valentino tola said...

CORREZIONE
"oltre che disastrosa da un punto di vista tecnico sia a lungo andare rovinosa da un punto di vista finanziario"

3:47 PM  
Anonymous Anonimo said...

leggo di Albelda vicino all'Atletico Madrid, per sostituire Maniche;
sono due giocatori molto diversi, ma l'Atletico credo abbia bisogno di un elemento più difensivo (appunto il valenciano), visto che è pieno di centrocampisti offensivi e ali d'attacco.

marco

4:24 PM  
Blogger valentino tola said...

Marco, me lo aguro per l' Atlético, sarebbe un colpaccio, proprio per i motivi da te spiegati.

4:57 PM  
Anonymous KUBALA said...

credo che avendo giocato più di 5 partite albenda non possa giocare altrove in spagna fino a giugno. io chiederei un prestito all' estero, fossi in lui.

3:07 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home